Harry Potter e i doni della morte di J.K. Rowling

Citazione

harry potter

Eccomi di nuovo qua…dopo giorni di silenzio e lavorazione tesi soprattutto…finalmente sono tornata con una nuova recensione e che recensione…o meglio che libro, uno dei più bei libri che abbia mai letto e che consiglierei a chiunque!!!

Bene è inutile introdurre il personaggio…tutti conoscono Harry Potter e i suoi due amici, Ron e Hermione, che in questo libro si ritrovano lontani dal castello di Hogwarts, lontani dalle famiglie, in cerca degli ultimi frammenti dell’anima di Colui che non deve essere nominato. Silente gli ha lasciato una missione importante che solo loro possono portare a termine prima dello scontro finale su cui si gioca il destino dell’intero mondo, magico e babbano. Tra litigi, battaglie ed evasioni spettacolari dalle più pericolose delle situazioni, Harry scoprirà i segreti più oscuri di coloro che l’hanno protetto.

Leggetelo!!! e non lasciatevi sviare dalla serie infinita di incantesimi “accio” che ricorrono per tutto il libro…

una ricetta???difficile trovare una ricetta magica…se dovessi usare gli ingredienti citati nel libro direi qualcosa con i funghi, sembrano esistere solo quelli nei boschi inglesi. quindi…ricetta con i funghi, calda e piacevole, perfetta per l’autunno!!!da impreziosire con coriandoli di pancetta croccante e crostini di pane di segale passati in padella con un po di burro…Poi fate voi!!!

Pop-co di Scarlett Thomas

Citazione

PopCoUn tesoro, una collana, un enigma da risolvere e Alice, giovane e brillante ideatrice di giocattoli per la Pop-co. Sono questi i principali elementi di un romanzo scritto all’insegna della crittoanalisi, paradossi e giochi matematici.
Confinata in una landa solitaria insieme al gruppo di creativi selezionato dall’azienda e reclutato per dar vita ad un nuovo gioco di successo, Alice si riaffaccia al mistero che la assilla fin dall’infanzia, quando a casa dei nonni passava intere giornate a decifrare codici e a studiare manoscritti enigmatici. Sin dal primo giorno il suo soggiorno si rileverà all’insegna del mistero: dove si trovava? Perchè era stata scelta? ma soprattutto chi era il mittente dei messaggi cifrati che le venivano recapitati sotto la porta della sua stanza? Tutto questo mistero stravolgerà totalmente la vita di Alice, diventerà vegetariana, troverà un compagno e lascierà definitivamente il suo lavoro per dedicarsi ai suoi veri obbiettivi, primo fra tutti risolvere il mistero che il nonno le aveva lasciato in eredità.

Un libro affascinante e coinvolgente. Stimola la mente e il corpo…credetemi…oppure leggetelo!!!

Ricetta enigmatica da abbinarci???leggete questa…naturalmente veggie!!!Questa ricetta è perfetta per la giornata uggoisa di oggi…

L’inventore della dimenticanza di Pierluigi Panza

Citazione

PANZA_piatto-500x724Sfuggire alla sofferenza, vivere come scimmie e dimenticare il passato per evitare di soffrire, questo è l’obiettivo per Adam Brux, l’inventore della memoria artificiale.Il romanzo narra la sua vita alla ricerca di un metodo per portare l’oblio nell’umanità, unico metodo e cancellare così i mali, le guerre e le pestilenze che da anni affliggono la Germania. Contro di lui i portatori della memoria e del passato riuniti nella confraternita dei Rosacroce attenteranno alla sua vita in nome del passato.
Dopo tanto sperimetare e viaggiare Brux arriverà alla soluzione e all’intuizione capace di cambiare le sorti del mondo. Ma quale sarà questa chiave salvifica in grado di aiutare l’uomo a scappare dal dolore?
Leggetelo e lo saprete…

Quale ricetta associare a questo romanzo? difficile scelta… di certo alcune espressioni usate e molte delle immagini suscitate dal testo non favoriscono la fantasia culinaria… però azzardando consiglierei qualcosa di enigmatico, un piatto che ti trae in inganno dall’esterno per rivelare la sua anima morbida al cuore. Che ne direste di un tortino di alici con cuore filante? L’idea mi è venuta per il gusto deciso dell’alicetta che viene ammorbidito dalla grassezza della stracciatella o se preferite del fior di latte o ancora della mozzarella di bufala…Un contrasto di sapori tra salato e dolce…magari aromatizzato dalla freschezza del basilico…Ecco quindi la mia proposta tratta dai blog…

Turista da banane di George Simenon

Citazione

turista da banane

Un giovane intraprendente, controcorrente per natura compirà l’ennesimo gesto per distinguersi dalla sua famiglia e dalla sua gente, e dimostrare che non è un buono a nulla come tutti si aspettano. Lui cerca l’indipendenza, l’avventura, una nuova connessione con la natura, per questo vivrà isolato dal mondo e dalla civiltà. Ma quanto durerà? Riuscirà nel suo intento e vivere per sempre come un selvaggio, senza soldi e senza amici? la civiltà presto lo rincorre e lo intrappola nelle sue reti, e lui soffocato non può far altro che lasciarsi trasportare, inebetito e sconvolto dalla vacuità del mondo reale. Un dilemma morale lo attanaglia, civiltà o natura? Quale la risposta?

Ho deciso di abbinare a questo libro un dolce,e visto che mi ha lasciato un pò di amaro in bocca non posso che consigliare un dolce con una punta di cioccolato amaro e un tocco di esotico, in onore del clima tropicale in cui si svolge la storia… direi una bella fonduta di cioccolata fondente da raccogliere con pezzetti di banana o ananas..

.

Il mercante di luce di Roberto Vecchioni

Citazione

 

il mercante di luce

Leggerlo! questa non è una recensione è un imperativo… Bisogna leggere questo breve romanzo, e non solo perché a mio parere è scritto in maniera eccellente, ma perché in poche pagine riesce a rapirti, a farti emozionare e a trasmetterti qualcosa che va oltre la semplice storia di un uomo e di suo figlio, ma perché da questa emerge lampante la passione che l’autore ha saputo imprimervi. La trama, a mio avviso, qui è solo un sipario dietro al quale si celare altre bellezze e conoscenze senza tempo. Questo libro parla direttamente al lettore e lo fa alcuni passi tratti dalle tragedie greche, antiche di secoli ma più attuali che mai.

Spero di avervi trasmesso anche io un poco di entusiasmo e di invogliarvi con questo articolo a prendere in mano il romanzo di questo poeta italiano.

Augutus di John E. Williams

Citazione

AUGUSTUsLettere, lettere scritte da chi lo conosceva meglio, lettere scambiate tra gli attori del suo tempo, donne che amava, uomini che ne tessevano le lodi, amici e nemici. Nel bene e nel male Augusto è stato un grande imperatore e ha portato Roma alla grandezza. Di lui viene narrata la sua vita ante e post Cesare, da quando ancora giovane e acerbo soldato cavalcava al fianco dello zio, fino alla sua morte quando assunse l’epiteto di dio. L’Augusto uomo e l’Augusto che la storia conosce emergono nelle vicende narrate nel libro, dove si intersecano con le vite di chi lo racconta. Solo all’ultimo si avrà un assaggio del suo vero io, quando lui stesso, vedendo i suoi giorni giungere al termine farà un resoconto dei suoi anni.

Questo libro ha la capacità di descrivere un personaggio di un certo peso con assoluta leggerezza. Un consiglio: leggetelo ne vale davvero la pena.

A questo libro abbinerei un gusto classico e antico, uno zabaione da gustare al cucchiaio o con dei biscotti di pasta frolla. Io mi vergogno a dirlo non l’ho mai preparato anche se lo zabaione è uno dei gusti che preferisco, perchè da buona beona adora la o il marsala che dir si voglia…ma la ricetta, non preoccupatevi, eccola qua come al solita trafugata!!!

Per i biscottini invece le dosi della frolla sono:

  • 300gr di Farina
  • 100gr di zucchero
  • 150gr di burro
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

Ma se non vi fidate eccone una presa dal world wide web..!

 

 

 

Momo di Michael Ende

Citazione

momoIl tempo? chi lo trova quando hai una vita frenetica, dietro a lavoro, guadagno e famiglia? Momo lo sa bene, lei che è diversa da tutte le altre persone, che da consigli e ti sa ascoltare e ti regala il suo di tempo. Il suo mondo invece è fatto di uomini insoddisfatti, genitori troppo affaccendati a risparmiare tempo per occuparsi dei figli. Tutto è iniziato quando i signori grigi hanno iniziato ad invadere la città e a corrompere le menti dei cittadini per accumulare ore, minuti e secondi sottraendoglieli. I signori vogliono dominare il tempo e quindi sconfiggere Mastro Hora. Momo è l’unica speranza per ristabilire l’ordine. lei è l’unica che riesce a intimorire i mangiatori di tempo. Con la guida della tartaruga Cassiopea la piccola senza cognome e identità supererà le sue paure e si batterà contro i signori grigi.

Questo romanzo all’apparenza può sembrare una favola per bambini ma se si legge con occhi differenti ci si accorgerà della suo essere contemporaneo. Il tema del tempo è tutt’ora più che mai trattato e discusso, Ende scrivendo Momo si è dimostrato lungimirante e al passo con i tempi che corrono, nonostante lo abbia scritto e pubblicato nel 1984.

11:11 di Fabrizio Boaretto

Citazione

 

11Un incontro misterioso e fulmineo, un’ ossessione e un messaggio da decifrare. Elisa e il suo anello, Elisa che sfugge, Elisa la donna con cui Raul ha avuto l’incontro scontro e che non riesce a togliersi dalla testa  talmente è bella e misteriosa. La sua rincorsa per tutta Firenze, la dedizione eccessiva che l’uomo prova nei suoi confronti, che lo porta a perdersi totalmente, a tralasciare lavoro  la propria vita, un susseguirsi di eventi e di incontri. Tutto ciò costituisce la trama insolita di un romanzo che già nel titolo 11:11 riassume un mistero, che soltanto alla fine troverà soluzione.

Leggetelo e ditemi cosa ne pensate, personalmente posso dire di averlo trovato incomprensibile, non tanto per la storia ma per come è stata scritta. A voi l’ardua sentenza!

Il pasticcere del re di Anthony Cappella

Citazione

il_pasticciere_del_re_02Dal gusto fresco e inebriante questo romanzo dalle sfumature culinarie vi catturerà grazie ad un pizzico di romanticismo e una buona dose di storicità. Immergetevi nel mondo dorato di coorte, dove, tra sorbetti e gelati si nascondono intrighi di palazzo e complotti internazionali. Un assaggio e subito vorrete gustare l’intera storia di un giovane magazziniere tuttofare che passerà da schiavetto di cucina a pedina fondamentale per il gioco di equilibri politici dell’Europa del Re Luigi XIV. Le sue opere e i sapori che saprà creare riusciranno a rivoluzionare il mondo.

Qual’è il vostro gusto preferito?Leggete e scrivete!!!

L’uomo che non poteva morire di Timothy Findley

Buona occasione per leggere un romanzo fuori dall’ordinario e diverso dal solito, dove psicologia e arte si intrecciano nella narrazione di un esistenza molteplice e apparentemente illimitata dalla quale il protagonista vuole sfuggire. Il suo obbiettivo: morire, abbandonare la terra e raggiungere così la pace eterna. Nel raggiungere il suo scopo il bizzarro gentiluomo tenterà il suicidio in tutte le maniere … Continua a leggere